Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
Social Worker
Who's online now
We have 8 guests online
Home

PostHeaderIcon Abbiamo il diritto di sapere come e dove morire

There are no translations available.

Affrontare il problema di fine vita comporta conoscere a fondo il dibattito e le posizioni di tutti gli attori coinvolti nella assistenza ai pazienti negli ultimi mesi divita. Questo articolo e' la traduzione di un video di Ted-talks dove il dottor Peter Saul: Let's talk about dying che potrete vedere in originale http://www.ted.com/talks/peter_saul_let_s_talk_about_dying

In questa conferenza, tenuta da un medico Peter Saul nel marzo del 2012, si affronta un problema fondamentale: il luogo dove si muore. Il continuo invecchiamento della popolazione e i continui tagli al Sistema Sanitario, evidenziano il problema dell’assistenza negli ultimi giorni di vita.  Il luogo dove si muore può variare da paese a paese, sopratutto in base alla presenza dei servizi territoriali, che possono assistere le persone nel proprio domicilio. Diventa fondamentale che, di fronte al  notevole taglio dei posti letto, si cominci seriamente a considerare il potenziamento dell’ assistenza a domicilio, per facilitare l’accompagnamento delle persone negli ultimi giorni di vita. Ognuno di noi pensa di essere immortale o comunque ha un familiare o un amico che in un futuro dovrà affrontare il problema dell’assistenza nelle forme avanzate di malattia. Conoscere le criticità, alcune delle quali sono evidenziate in questa conferenza, può aiutarci a chiarire come vorremmo che una sanità futura potesse accompagnarci nella fase finale della nostra vita.

 

 

Last Updated (Thursday, 12 June 2014 15:01)

Read more...

 

PostHeaderIcon Angiogenesi

There are no translations available.

Questo articolo è la traduzione del video presente su questo indirizzo web : http://www.ted.com/talks/william_li .

William Li
Can we eat to starve cancer?
Maggio 2010

Intorno a noi è in corso una rivoluzione medica, che ci aiuterà a sconfiggere alcune delle malattie più terribili della nostra società, tra cui il cancro. Questa rivoluzione si chiama antiangiogenesi, e si basa sul processo con cui il nostro corpo forma i vasi sanguigni.

Last Updated (Friday, 02 May 2014 13:47)

Read more...

 

PostHeaderIcon Medicina Narrativa e Scrittura Narrativa

There are no translations available.

Johanna Shapiro, PhD, Assistant Editor, Medicina di Famiglia

Pubblicato su Family Medicine – maggio 2012 (Fam Med 2012;44(5):309-11)

Gli aneddoti dei medici circa i loro pazienti sono sempre stati una parte della formazione medica e della pratica clinica. Nell'era post - Flexnerian (dal Rapporto Flexner che è uno studio sulla formazione medica negli Stati Uniti e in Canada, scritto da Abraham Flexner e pubblicato nel 1910), con l'introduzione di sempre più sofisticate tecnologie diagnostiche e con lo sviluppo della medicina basata sulle prove, in larga misura l'aneddoto clinico è passato in secondo piano. Se ne raccontavano ancora ma con un po’ di vergogna oppure collegandoli a qualche studio in doppio cieco. Eppure, i medici che esercitano la professione hanno sempre intuito l'importanza del racconto nella medicina, e nell'ultimo decennio o giù di lì, questa consapevolezza ha fatto (ri)crescere una narrativa in medicina rappresentata attraverso l'opera di teorici come Brody, Charon, Greenhalgh e Hurvitz, e Mattingly e Garro. Questa rivista si impegna a dare voce alla parte narrativa della medicina. Quello che segue è per aiutare potenziali autori a trovare il modo di raccontare e per aiutare i lettori ad avvicinarsi a tale scrittura con apprezzamento e raffinatezza.

La medicina narrativa è stata variamente definita, ma nel senso più ampio include lo sviluppo per i praticanti di un "senso della storia " e cioè un apprezzamento e la comprensione del fatto che, da un certo punto di vista, la medicina è una impresa che racconta la propria storia. I pazienti raccontano le loro storie ai medici, che reinterpretandole cercano di dar loro un senso per poi raccontarle nuovamente ai pazienti con lo scopo di alleviare le loro sofferenze e cercare di fargli recuperare salute e benessere.

Elementi di medicina narrativa sono l’attenzione (essere pienamente presenti in ascolto, osservando e assistendo il paziente); la rappresentazione (come il paziente è rappresentato – sia nel racconto scritto che  a voce - ai colleghi, agli studenti, ai pazienti stessi e alla loro famiglia, e al medico stesso) e la partecipazione (impegno a assumere una posizione di solidarietà compassionevole verso le sofferenze del paziente, empatia per le prospettive del paziente e sostegno per le necessità del paziente).

Last Updated (Friday, 02 May 2014 11:36)

Read more...

 

PostHeaderIcon Gli errori in medicina

There are no translations available.

Riprendiamo con questa traduzione la pubblicazione di articoli tradotti dall'Inglese presi da siti stranieri.

Questo articolo è preso dal sito www.ted.com e si intitola :

Brian Goldman:
Doctors make mistakes. Can we talk about that?
TEDxToronto 2010 ·  Nov 2011

Penso che dobbiamo fare qualcosa per un aspetto della cultura medica che deve cambiare. E penso che ad iniziare debba essere un medico, cioè io. Forse sono stato in giro abbastanza a lungo da potermi permettere di perdere un po' del mio falso prestigio per farlo.

Prima di arrivare alla sostanza del mio discorso, cominciamo con un po' di baseball. Ehi, perché no? Siamo quasi alla fine, ci stiamo avvicinando alle World Series. A tutti noi piace il baseball, vero? Il baseball è pieno di straordinarie statistiche. E ce ne sono a centinaia. "L'arte di vincere" sta per uscire, e non tratta d'altro che di statistiche e dell'uso delle statistiche per costruire una grande squadra di baseball.

Mi concentrerò su una statistica di cui spero abbiate sentito parlare. Si chiama "Media battuta". Quindi parliamo di un 300, un battitore che batte a 300. Ciò significa che le battute di quel giocatore sono state valide tre volte su 10 che è stato in battuta validamente. Significa che ha spedito la palla in campo esterno, che la palla è caduta, senza essere presa, e chiunque abbia tentato di lanciarla in prima base non è arrivato in tempo e il runner era salvo. Tre volte su 10. Sapete come chiamano un battitore da 300 colpi nella Major League del baseball? Bravo, molto bravo, probabilmente un fuori classe. Sapete come chiamano un battitore da 400 colpi? Tra parentesi è qualcuno che fa battuta valida quattro volte su 10. Leggendario -- come il Leggendario Ted Williams - l'ultimo giocatore di baseball della Major League a fare più di 400 battute in una stagione regolare.

 

Last Updated (Wednesday, 30 April 2014 15:51)

Read more...