Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
Assistente sociale
Chi è online
 6 visitatori online
Login



Home

PostHeaderIcon Il problema della solitudine negli anziani: un fenomeno spesso sottovalutato.

In Italia si evidenzia che circa un quinto della popolazione ha un'età superiore ai 65 anni. Questo fenomeno, che può sembrare in qualche modo naturale per la diminuzione del numero dei figli, si accompagna ad un aspetto troppo spesso sottovalutato che riguarda gli anziani che vivono soli. Secondo dati Istat,nel nostro paese esistono oltre 7 milioni di cosiddette famiglie mononucleari, cioè di persone che vivono sole. Nel fare riferimento a questi dati, se è vero che un quinto della popolazione italiana ha ormai più di 65 anni possiamo dedurre che circa 1 milione e mezzo di persone nel nostro paese trascorre la sua vecchiaia da solo.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 09 Gennaio 2017 13:28)

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon Resistenza agli antibiotici

Nel 2017 il problema della resistenza agli antibiotici raggiungerà un punto di non ritorno.

Una grave minaccia incombe sulla popolazione mondiale. Secondo molti esperti nel 2017 un numero sempre più elevato di persone potrebbe morire a causa di infezioni dovute a germi comuni. Infatti  con l’aumento della resistenza agli antibiotici, alcune malattie come le infezioni da gonorrea( una malattia a trasmissione sessuale) e le infezioni del tratto urinario possono divenire incurabili già dal prossimo anno.

 

Ultimo aggiornamento (Giovedì 29 Dicembre 2016 11:37)

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon L’Isolamento sociale uccide più della obesità e del fumo

Nel corso degli ultimi anni, con sempre maggiore frequenza con la nostra associazione prende in carico pazienti che  chiedono di essere assistiti a domicilio nonostante siano completamente soli. Molti di questi malati, forse proprio per la loro solitudine, sono consci della loro particolare situazione ed anche in presenza di un peggioramento grave delle  loro condizioni, chiedono di morire nel proprio letto, spesso rifiutando il ricovero in un hospice e tantomeno in un ospedale. In alcuni casi particolari, quando è  ormai solo una questione di giorni, da parte  del medico è naturale chiedere  nuovamente se c'è qualcuno da  avvertire per l’infausto decorso della malattia. Non è raro che la risposta del malato ci confermi la completa assenza di familiari, di amici o conoscenti.

Ultimo aggiornamento (Martedì 27 Dicembre 2016 15:37)

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon Se invece di trattare le malattie decidessimo di affrontarne le cause?

Nel 1965, in una contea rurale povera nel delta del Mississipi, il medico Jack Geiger ha fondato uno dei primi Health Center negli Stati Uniti d’America.

Molti dei bambini che il Dottor Geiger curava erano gravemente malnutriti. Il medico iniziò a fare prescrizioni per il cibo ovvero carne, verdure, latte e frutta che i familiari si procuravano in alcuni negozi di alimentari avvertiti di mandare il conto all’Health Center locale dove affluivano i fondi per comprare i farmaci. Quando questa notizia arrivò all’ufficio dell’Economic Opportunity a Washington, fu inviato immediatamente un funzionario che ricordò al Dottor Geiger che il denaro a disposizione del centro poteva essere utilizzato solo per scopi prettamente medici.

“L’ultima volta che ho controllato i miei libri di testo ho visto che la terapia specifica della malnutrizione è il cibo” questa fu la risposta del Dott. Geiger.

Il funzionario non poté ribattere nulla e tornò a Washington.

 

Leggi tutto...